Statistiche di accesso

Pubblicazioni 2014

Inaugurata un'”autostrada laser” nello spazio
16.12.2014 – I satelliti Sentinel-1A e Alphasat si sono connessi da una distanza di quasi 36.000 km, grazie all’European Data Relay Satellite (EDRS), il sistema progettato per trasmettere grandi quantità di dati tra satelliti bassi in orbita terrestre e i payload EDRS in orbita geostazionaria utilizzando innovative tecnologie di comunicazione laser. Questo consentirà di gestire eventi critici come il monitoraggio ambientale e la sicurezza marittima. (Image credit: ESA, 2014)www.esa.int
 
Sarà italiano il radar della sonda JUICE dell’ESA
13.12.2014 – Verrà costruito in Italia RIME (Radar for Icy Moon Exploration), il radar che sarà a bordo della sonda JUICE (JUpiter ICy moons Explorer), la prima missione dell’ESA approvata nell’ambito del “Cosmic Vision 2015-2025 programme”. Con un costo di 1,1 miliardi di euro, la missione (lancio nel 2022) esplorerà, per almeno tre anni, Giove e tre delle sue lune più grandi (Europa, Ganimede e Callisto) in cerca di tracce di vita. (Image credit: ESA/AOES)sci.esa.int/juice
 
Progetto Orion: lancio di prova riuscito
05.12.2014 – Test riuscito per la capsula Orion della NASA, al suo primo volo sperimentale senza equipaggio in vista delle future missioni con esseri umani sulla Luna e su Marte. Lanciata con il razzo vettore Delta IV e ammarata sul Pacifico dopo circa 4,5 ore, i dati raccolti dai sensori serviranno per collaudare la struttura del veicolo spaziale, il sistema di lancio, l’aerodinamica, i sistemi automatici di navigazione e lo scudo termico. (Image credit: NASA/James Blair)www.nasa.gov/orion
 
Arianespace punta al “super-lanciatore” Ariane 6
30.10.2014 – Arianespace intende rendere competitiva la capacità europea del trasporto spaziale con Ariane 6, un super-lanciatore che sfrutterà la tecnologia innovativa messa a punto in Italia per il piccolo razzo europeo VEGA. Il lanciatore avrà uno stadio inferiore a propellente solido, basato sulla tecnologia sviluppata da Avio per VEGA, ed uno superiore criogenico, permettendo così di ottenere un buon rapporto costi-benefici. (Image credit: ESA–D. Ducros, 2013)www.esa.int
 
Satelliti meteorologici MetOp-SG di II generazione
18.10.2014 – Ratificato l’accordo tra ESA e EUMETSAT (European Organisation for the Exploitation of Meteorological Satellites) per la realizzazione di sei MetOp-SG, i satelliti meteorologici di II generazione che lavoreranno in coppia su orbite polari. Saranno equipaggiati con strumenti specifici per le analisi atmosferiche: la serie A (lancio nel 2021) avrà sensori ottici e infrarossi mentre i B (lancio nel 2022) analizzeranno le microonde. (Image credit: ESA–P. Carril)www.eumetsat.int
 
OCO-2, missione NASA per lo studio della CO2
03.07.2014 – Lanciato con un vettore Delta-2, si è posizionato ad un’altezza di circa 700 km OCO-2 (Orbiting Carbon Observatory 2), la prima missione della NASA con il compito di misurare l’emissione di anidride carbonica, naturale e artificiale, presente nell’atmosfera terrestre. Nel corso di ogni sua orbita polare il satellite effettuerà circa 72.000 misurazione, indicando in quali punti la CO2 prodotta si accumulerà maggiormente. (Image credit: NASA)oco.jpl.nasa.gov
 
Un braccio robotico per fare “pulizie” in orbita
13.05.2014 – Ricercatori del LASA (Learning Algorithms and Systems Laboratory) dell’Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), in Svizzera, hanno realizzato un braccio robotico in grado di afferrare oggetti al volo in meno di cinque centesimi di secondo. Previste potenziali applicazioni per ricerche spaziali nell’ambito del “Clean-mE Project”. Lo studio è presentato nell’articolo Catching Objects in Flight[/span] su “IEEE Transactions on Robotics”. (Image credit: EPFL)www.epfl.ch
 
Prodotto il primo cherosene “solare” per aerei
28.04.2014 – Ricercatori del SOLAR-JET (Solar chemical reactor demonstration and Optimization for Long-term Availability of Renewable JET fuel) sono riusciti a realizzare il primo “carboturbo solare”, utilizzando luce concentrata per convertire l’anidride carbonica e l’acqua in un gas di sintesi all’interno di un “reattore solare” ad alta temperatura. L’obiettivo del progetto UE è quello di ottenere un futuro cherosene rinnovabile per aerei. (Image credit: SOLAR-JET)www.solar-jet.aero
 
NASA, ESA e CSA insieme per realizzare il JWST
18.03.2014 – Il James Webb Space Telescope (JWST) è il risultato di un progetto di collaborazione tra le agenzie spaziali NASA (Stati Uniti), ESA (Europa) e CSA (Canada). JWST verrà messo in orbita, a 1,5 milioni di km dalla Terra, nel 2018 dal lanciatore Ariane 5, e sostituirà l’Hubble Space Telescope in attività dal 1990. JWST avrà uno specchio primario di 6,5 metri di diametro ed osserverà l’universo dal visibile fino all’infrarosso intermedio – (Image credit: NASA)www.jwst.nasa.gov
 
SESAR, sistema UE di gestione del traffico aereo
26.02.2014 – SESAR (Single European Sky ATM Research) è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea (2005-2025) per realizzare un nuovo sistema di gestione del traffico aereo interoperabile. L’obiettivo è superare la frammentazione nazionale esistente e convogliare gli sforzi di R&S del settore verso sistemi di controllo di traffico aereo omogenei e moderni, in grado di garantire una capacità di traffico tre volte superiore a quella attuale – (Image credit: SESAR JU)www.sesarju.eu
 
30 anni fa la prima passeggiata spaziale senza cavo
07.02.2014 – 30 anni fa, il 7 febbraio 1984, durante la missione dello Shuttle Challenger STS-41B, l’americano Bruce McCandless fu il primo astronauta della storia a compiere una passeggiata spaziale senza essere vincolato alla navetta da un “cordone ombelicale” di sicurezza. In quell’occasione utilizzò la Manned Maneuvering Unit (MMU), un “seggiolino spaziale” dotato di piccoli motori a razzo che gli consentiva di muoversi autonomamente (Image credit: NASA)www.nasa.gov
 
L’ESA mappa la temperatura della Terra
29.01.2014 – La temperatura del suolo è un parametro fondamentale per studiare il cambiamento climatico e il sistema Terra. Utilizzando gli strumenti a bordo di vari satelliti, con il progetto “Glob Temperature”, l’ESA intende raccogliere i dati sulla temperatura della superficie terrestre, provenienti da una grande quantità di sensori diversi, per renderli disponibili, in un unico archivio on-line, a climatologi e scienziati – (Image credit: University of Leicester)www.esa.int
 
10 anni fa il rover Spirit sul Pianeta Rosso
07.01.2014 – La NASA celebra il decimo anniversario dell’arrivo su Marte di Spirit (04.01.2004), il rover, primo di due gemelli, lanciato nel giugno 2003, mentre il secondo, Opportunity, è arrivato tre settimane dopo. I due rover sono andati oltre ogni più rosea previsione: Spirit, dopo aver percorso circa 7,8 km, ha cessato di inviare segnali a Terra il 22 marzo 2010, mentre Opportunity cammina ancora e si appresta tagliare il traguardo dei 39 km percorsi (Image credit: NASA)www.nasa.gov
 
“Abigaile”, il robot-geco che pulirà la ISS
04.01.2014 – Costruito dall’ESA in collaborazione con l’università canadese Simon Fraser, è progettato per arrampicarsi sui veicoli spaziali grazie alle sue zampe adesive. Potrebbe essere il precursore di una famiglia di robottini in grado di sostituire gli astronauti nelle attività extraveicolari per la manutenzione o le riparazioni dei veicoli spaziali come la ISS. I primi test sotto vuoto e a temperature simili a quelle spaziali hanno dato risultati incoraggianti (Image credit: ESA)www.esa.int