Statistiche di accesso

2018

IPERDRONE: sistema di rientro dall’orbita bassa
03.07.2018 – Finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), è un programma per la realizzazione di un piccolo sistema spaziale progettato per rientrare dall’orbita bassa, riportando integri sulla Terra i materiali degli esperimenti scientifici eseguiti sulla International Space Station (ISS). La prima missione, DAVID (Drone Autonomo per Verifica ISS e De-orbiting), averrà nell’autunno del 2019, ed avrà l’obiettivo di sperimentare la sua capacità di interagire con la ISS. (Image credit: NASA)
 
NASA: il lancio del JWST è stato rinviato al 2021
28.06.2018 – La NASA ha comunicato che il lancio del James Webb Space Telescope (JWST) è stato spostato al 30 marzo 2021, un rinvio resosi necessario per poter effettuare controlli scrupolosi di tutte le sue componenti e risolvere imprevisti problemi tecnici manifestatisi negli ultimi mesi. Nato da una collaborazione tra la NASA, l’ESA e la CSA, il JWST rivoluzionerà l’Astrofisica, con la sua potenza 100 volte superiore a quella dell’Hubble Space Telescope. (Image credit: Northrop Grumman)
 
ExoMars 2020: pronto lo spettrometro MA_MISS
21.04.2018 – É stato completato lo strumento di volo italiano MA_MISS (Mars Multispectral Imager for Subsurface Studies), il primo strumento scientifico della missione ExoMars 2020. MA_MISS è uno spettrometro miniaturizzato integrato nel trapano di ExoMars, trapano che raccoglierà campioni di Marte fino ad una profondità di 2 m. Tale strumento potrà osservare la composizione del sottosuolo marziano, permettendo la selezione dei campioni da prelevare. (Image credit: ESA and Zaptec)
 
Missione Orion: primo test in orbita lunare nel 2019
09.03.2018 – Con la Exploration Mission 1 (EM-1) programmata per il 2019, la NASA effettuerà il primo test, senza equipaggio, che porterà la Orion Spacecraft, lanciata a bordo dello Space Launch System (SLS), in un’orbita attorno alla Luna alla distanza massima di 435.000 km dalla Terra. Con una durata di 26 giorni, EM-1 sarà la prima di una serie di numerose missioni aventi l’obiettivo di preparare astronauti e tecnologie all’esplorazione umana dello spazio profondo. (Image credit: NASA)
 
Programma Copernicus: è in orbita Sentinel-5P
17.01.2018 – È avvenuto con successo il lancio e la messa in orbita, ad una quota di 825 km, di Sentinel-5P, il sesto satellite del programma Copernicus dell’ESA. Dotato del Tropomi (Tropospheric Monitoring Instrument) per il monitoraggio ambientale della regione di atmosfera fino a circa 15 km dal suolo, Sentinel-5P è il primo al mondo in grado di fornire una mappa completa degli inquinanti, come biossido di azoto, ozono, monossido di carbonio, metano. (Image credit: ESA/ATG medialab)